Titolo: Modica: I fatti amministrativi dell’anno. L’amministrazione incontra la stampa. Nella precarietà della situazione economica c’è uno spiraglio di luce
Data: 31/12/2009 Fonte: Giorgio Caruso


News:

Dodici mesi, ma un solo triste ricordo. L’anno che si chiude oggi passerà alla storia della città soprattutto per la tragedia di contrada Pisciotto e per la tragica morte del piccolo Giuseppe Brafa. E’ il 15 marzo quando, intorno alle 15,30, un branco di cani randagi, ribattezzati “killer”, azzanna mortalmente il bambino di appena 9 anni. Sono giorni di dolore e rabbia, in cui Modica balza agli onori della cronaca nera italiana ed internazionale. Farà discutere l’ordinanza di abbattimento dei cani pericolosi nella zona della tragedia, emanata dal sindaco Antonello Buscema. Spente le luci dei riflettori, rimane vivo il dolore. Ma il 2009 è anche l’anno del cioccolato. Dal 30 aprile al 3 maggio va in scena “Chocobarocco”, la kermesse per la prima volta organizzata “in house”. Emergono degli errori, ma alla fine si può esprimere soddisfazione. Il cioccolato torna alla ribalta a metà novembre. Una barretta di “modicano” prodotta a Bronte fa scoppiare la bagarre. Si prova a correre ai ripari, affrettando il passo sul riconoscimento Igp, ma dal Ministero, nel corso di un incontro, arriva lo stop e l’invito a richiedere un Marchio collettivo geografico. Per la cronaca, al di là delle attività delle forze dell’ordine, il 2009 si ricorderà per il cambio al vertice della Procura della Repubblica. Il 3 settembre arriva a Modica, proveniente della Procura distrettuale di Catania, Francesco Pulejo che succede a Domenico Platania. A palazzo San Domenico a tenere banco, costantemente, è la crisi finanziaria. Si decide la liquidazione della Multiservizi, si attuano manovre e si prova ad uscire dal tunnel. Autunno caldo sul fronte sindacale. Se l’avviso di garanzia al presidente del Consiglio comunale per il mancato inserimento nel bilancio di previsione degli arretrati contrattuali spezza il filo tra Sindaco e Cisl, il rapporto con la triplice si rinsalda in occasione del cambio della gestione del servizio rifiuti. Dopo giorni di sciopero e disagi, alla luce anche dell’arresto dei vertici dell’Ati Busso, Buscema affida la gestione alla ditta Puccia. Il 2009 è anche l’anno del ricordo dello scrittore Raffaele Poidomani, con una serie di convegni ed iniziative nel 30esimo anniversario della morte. Torna fruibile al culto, dopo un lungo restauro, il Santuario della Madonna delle Grazie, mentre vengono inaugurati il parco archeologico di Santa Lucia e quello attrezzato di San Giuseppe ‘u Timpuni. Infine è l’anno che porta via anche la penna della collega giornalista Loredana Modica.

 
Chiudi finestra | Stampa